Culto del 29 settembre

Il messaggio della parola di Dio portataci dal fratello Riviello si trova nel Vangelo di Luca capitolo sette dal verso 36. In questo capitolo la scrittura narra dell episodio in cui il Signore Gesù venne invitato a casa da un fariseo di nome Simone. In quella città si trovava una donna che la Bibbia definisce peccatrice.
"...saputo che egli era a tavola in casa del fariseo, portò un vaso di alabastro pieno di olio profumato; 38 e, stando ai piedi di lui, di dietro, piangendo, cominciò a rigargli di lacrime i piedi; e li asciugava con i suoi capelli; e gli baciava e ribaciava i piedi e li ungeva con l'olio."(Luca 7:37-38)
 
Visto questo Simone il fariseo pensò che se Gesù sapesse che questa donna era una peccatrice non si sarebbe lasciato nemmeno toccare da lei. Il Signore Gesù rispose a Simone con una parabola dove un creditore aveva due debitori, uno con un debito molto alto e uno con un debito piccolo, il creditore decise di condonare i debiti ad entrambi e Gesu' chiese a Simone chi dei due ebitori lo amerà di più? Simone ovviamente rispose quello con il debito più alto e allora Gesù gli fece notare come la sua accoglienza fu stata fredda verso di lui mentre questa donna , peccatrice con un debito molto alto nei confronti del Signore da quando era arrivata non aveva smesso di adorarLo. Il Signore perdonò i molti peccati della donna.
Noi oggi dobbiamo guardarci dentro e chiederci se somigliamo più a questa donna o al fariseo. Il Signore ha pagato il nostro debito al posto nostro sulla croce, un debito per noi troppo alto che mai saremmo riusciti a pagare. Dobbiamo essere come questa donna, prostrarci con fede e umiltà ai piedi di Gesù e chiederGli perdono, Lui guarda al nostro cuore e vuole che il nostro sentimento sia come quello di questa donna che con fede ha riconosciuto in Gesù l'unica fonte di salvezza e di perdono per i suoi peccati e il Signore l'ha ripagata con il perdono e la salvezza. Non dobbiamo essere come i farisei, bravi a parole ma con il cuore superbo, dobbiamo essere umili perchè già pensando di essere migliori degli altri commettiamo uno sbaglio, dobbiamo avere un cuore umile e riconoscere la nostra salvezza solo in Lui, allora il Signore non ci farà mancare davvero mai la Sua benedizione. 

Notizie

Update 18.09.2019 :

 

Modificata bacheca avvisi

 

 


Druckversion Druckversion | Sitemap Diese Seite weiterempfehlen Diese Seite weiterempfehlen
© 2014. All Rights Reserved Chiesa di Monaco