Dio: Il Sommo pastore

Oggi il consiglio della parola è stato tratto nel libro del profeta Ezechiele capitolo 34 versetti 11 a 16.

 

 «Infatti così dice il Signore, DIO: "Eccomi! Io stesso mi prenderò cura delle mie pecore e andrò in cerca di loro. Come un pastore va in cerca del suo gregge il giorno che si trova in mezzo alle sue pecore disperse, così io andrò in cerca delle mie pecore e le ricondurrò da tutti i luoghi dove sono state disperse in un giorno di nuvole e di tenebre; le farò uscire dai popoli, le radunerò dai diversi paesi e le ricondurrò sul loro suolo; le pascerò sui monti d'Israele, lungo i ruscelli e in tutti i luoghi abitati del paese. Io le pascerò in buoni pascoli e i loro ovili saranno sugli alti monti d'Israele; esse riposeranno là in buoni ovili e pascoleranno in grassi pascoli sui monti d'Israele. Io stesso pascerò le mie pecore, io stesso le farò riposare", dice il Signore, DIO. "Io cercherò la perduta, ricondurrò la smarrita, fascerò la ferita, rafforzerò la malata, ma distruggerò la grassa e la forte: io le pascerò con giustizia.»

 

Questi versetti ci parlano di un Dio che ci vuole guidare, ci parlano del Sommo Pastore. Anche il Salmo 23 ci fa ricordare che vicino a noi c`è il sommo Pastore.

 

“Il rapporto che ci deve essere tra Dio e il suo gregge”

Dio si rivela in tanti modi nella Bibbia ad esempio come il sommo vasaio. Lui è capace di modellare. 
Lui è il Pastore che guida il suo gregge. Il Signore, a volte quando parla lo fa con voce autorevole, con voce possente alle volte ci sembra un rimprovero, il Salmo 29 ci fa capire molto bene la personalità di Dio. La voce di Dio è potente. Dio ci dato la possibilità di chiamarlo Padre, Abba Padre. 
Dio deve essere al comando della chiesa, al centro di ogni culto e di ogni cosa, allora la chiesa crescerà!

 

“Riconoscere la voce di Dio”

Non è facile ascoltare la voce di Dio, ci sono tante voce che arrivano all’orecchio, c’è il tentatore che ci vuole allontanare dal Signore, ma Il Signore ci conosce personalmente, ci chiama per nome. Dobbiamo ascoltare la voce di Dio, facciamo la volontà Sua.
 
Anche in Giovanni cap.10 vers. 11-16 comprendiamo l’amore che Dio ha per noi.

 

“Io sono il buon pastore; il buon pastore dà la sua vita per le pecore. Il mercenario, che non è pastore, a cui non appartengono le pecore, vede venire il lupo, abbandona le pecore e si dà alla fuga (e il lupo le rapisce e disperde), perché è mercenario e non si cura delle pecore. Io sono il buon pastore, e conosco le mie, e le mie conoscono me, come il Padre mi conosce e io conosco il Padre, e do la mia vita per le pecore. Ho anche altre pecore, che non sono di quest'ovile; anche quelle devo raccogliere ed esse ascolteranno la mia voce, e vi sarà un solo gregge, un solo pastore.”

Ascoltiamo noi la voce del Signore? Trascorriamo del tempo in comunione con lui? 
O siamo talmente presi con le nostre faccende che non abbiamo tempo per il nostro Pastore, per il nostro Padre?
Stiamo attenti perché possiamo cadere, perché poi ci lamentiamo e ce la prendiamo con Dio.
Diamo più tempo al Signore, com’ è scritto nel evangelo sec. Matteo 6:6 chiudiamoci nella cameretta segreta e preghiamo il Signore cerchiamo il suo volto, ascoltiamo la sua voce. Lui sa di cosa abbiamo bisogno, sa cosa è buono per noi. Parliamo agli altri del nostro pastore.
Quando attraversiamo dei momenti tristi e bui, il Signore è l’unico che ci può ristabilire. 
Quando il Signore opera, lo fa in un modo perfetto. 

 

Sottomettiamoci a Dio e anche ai fratelli

Sono gli ultimi tempi, cerchiamo la faccia del Signore! (2 Timoteo cap. 4 vers. 3: Infatti verrà il tempo che non sopporteranno più la sana dottrina, ma, per prurito di udire, si cercheranno maestri in gran numero secondo le proprie voglie)
Noi non siamo in grado di capire cosa è buono e cosa è male per noi. A volte noi ci avventuriamo, lontani da Dio. Ci stanchiamo, e alle volte capita che non ne vogliamo sentire parlare. Stiamo vicini a Dio, perché soltanto se stiamo vicino a lui sappiamo che il prato dove stiamo camminando è buono.
E anche quando noi pesiamo di essere ormai perduti, lontani da Dio, di aver fatto tante cose brutte nella vita, il Signore si rivela nella vostra vita, perché lui è il buon pastore e non ci abbandona mai. 
Ringraziamolo per quello che lui ci da! E umiliamoci davanti a lui! 

 

Dio ci benedica!

Notizie

Update 29.11.2018 :

 

Modificata bacheca avvisi

Modificata sezione Orari

Modificato Banner iniziale

 

 

 

 


Druckversion Druckversion | Sitemap Diese Seite weiterempfehlen Diese Seite weiterempfehlen
© 2014. All Rights Reserved Chiesa di Monaco