Seminare la Parola

Il messaggio di oggi si trova in Luca capitolo 8 dal verso 4 al 10.

 

Or come si riuniva una gran folla e la gente di ogni città accorreva a lui, egli disse in parabola:
«Il seminatore uscì a seminare la sua semenza; e, mentre seminava, una parte del seme cadde lungo la strada: fu calpestato e gli uccelli del cielo lo mangiarono. Un'altra cadde sulla roccia: appena fu germogliato seccò, perché non aveva umidità. Un'altra cadde in mezzo alle spine: le spine, crescendo insieme con esso, lo soffocarono. Un'altra parte cadde in un buon terreno: quando fu germogliato, produsse il cento per uno». Dicendo queste cose, esclamava: «Chi ha orecchi per udire oda!»
I suoi discepoli gli domandarono che cosa volesse dire questa parabola. Ed egli disse: «A voi è dato di conoscere i misteri del regno di Dio; ma agli altri se ne parla in parabole, affinché vedendo non vedano, e udendo non comprendano.

 

Questo è un ammaestramento che Gesù diede ai discepoli, una delle tante parabole che Gesù metteva a disposizione in quel tempo. È bello notare che ogni volta che Lui parlava tutti lo stavano ad ascoltare. 

Il regno di Dio comprende sia quelli che vogliono avvicinarsi alla fede e sia coloro che hanno accettato Gesù. Quando ascoltiamo o leggiamo la Parola del Signore qualcosa cambia nei nostri cuori, in positivo o in negativo  e ci assumiamo una certa responsabilità.

 

In Ebrei 4:12:

 

Infatti la parola di Dio è vivente ed efficace, più affilata di qualunque spada a doppio taglio, e penetrante fino a dividere l'anima dallo spirito, le giunture dalle midolla; essa giudica i sentimenti e i pensieri del cuore.

 

Il racconto inizia con “il seminatore uscii a seminare la sua semenza…”.

Dio ci ha dato un compito ed è quello di andare in giro e predicare l’evangelo. La Bibbia ci parla di 4 tipi di terreno.

 

La parabola dice che una parte del seme “cadde sulla strada”. Tante volte noi parliamo a qualcuno ma esso non ne vuole sapere. Ma poi magari arriva un giorno che questa persona si converte, ma non è una conversione profonda, perché non custodisce la Parola di Dio e subito gli viene portata via.

 

…un’altra “cadde sulla roccia”. La roccia ci ricorda il cuore, tante persone ascoltano la Parola ma la rifiutano perché hanno un cuore ostinato, sono increduli e testardi.

Ma stiamo attenti, apriamo a Dio il cuore, permettiamogli di lavorarlo.

 

… un’altra “cadde in mezzo alle spine”  Alle volte noi diamo il seme a tutti sperando che Dio possa salvare quella persona, e magari troviamo un terreno fertile, il Signore opera, fa cose grandi e poi arrivano i problemi le difficoltà e questa persona permette a questi di soffocare questo seme e si allontana.

 

… un’altra “cadde in un buon terreno” . Questo verso indica che le persone che vogliono davvero  ascoltare Dio col cuore e vogliono un cambiamento nella vita. Anche con le difficoltà hanno saputo dire no! No ai problemi e no ai dubbi. Confidando solo nel Signore!

 

"Chi ha orecchi oda!" Se tu vuoi, fai crescere questa pianta curandola ogni giorno con la Parola di Dio e con la preghiera. Lui ci ha dato la libertà. Custodiamo quelle che Dio ci ha dato. È stato pagato a caro prezzo.

 

Dio ti benedica

Notizie

Update 29.11.2018 :

 

Modificata bacheca avvisi

Modificata sezione Orari

Modificato Banner iniziale

 

 

 

 


Druckversion Druckversion | Sitemap Diese Seite weiterempfehlen Diese Seite weiterempfehlen
© 2014. All Rights Reserved Chiesa di Monaco