Saul e Dio: due criteri di reclutamento

• Saul e il suo criterio di reclutamento: forza fisica 

 

 

«Quando Saul ebbe preso possesso del suo regno in Israele, mosse guerra a tutti i suoi nemici circostanti: a Moab, agli Ammoniti, a Edom, ai re di Soba e ai Filistei; e dovunque si volgeva, vinceva. Mostrò il suo valore sconfiggendo gli Amalechiti e liberando Israele dalle mani degli oppressori. I figli di Saul erano: Gionatan, Isvi e Malchisua; e delle sue due figlie, la maggiore si chiamava Merab e la minore Mical. Il nome della moglie di Saul era Ainoam, figlia di Aimaaz, e il nome del capitano del suo esercito era Abner, figlio di Ner, zio di Saul. Chis, padre di Saul, e Ner, padre di Abner, erano figli di Abiel. Per tutto il tempo di Saul vi fu guerra accanita contro i Filistei; perciò appena Saul notava un uomo forte e valoroso, lo prendeva con sé.» (I Samuele 14:47-52)

‭‭

I primi versi riassumono i successi militari del primo re di Israele, quelli che seguono, descrivono i componenti della sua famiglia. L'ultimo verso, invece, ci fa comprendere il criterio di reclutamento di Saul e di conseguenza il suo carattere. Egli sceglieva attentamente i soldati del proprio esercito; la Parola di Dio ci dice che erano uomini forti e valorosi, cioè non dovevano lasciarsi intimorire da niente e da nessuno. Oltre a questo, Saul era un ottimo capo militare e un abile stratega perchè, come si afferma in qualche verso prima, "dovunque si volgeva, vinceva.". Quindi Saul era un uomo che basava l'esito di una battaglia soltanto sulla forza fisica dei propri soldati e sulle proprie strategie militari. 

 

Proseguendo con la lettura in I Samuele 17:21-33, incontriamo qualcuno con dei requisiti completamente opposti agli uomini scelti da Saul. Si tratta di un ragazzo, di un semplice pastore che si offre di combattere contro il guerriero più forte delle schiere dei Filistei, che offendeva l'esercito del Dio d'Israele:

 

«Davide disse a Saul: Nessuno si perda d’animo a motivo di costui! Il tuo servo andrà e si batterà con quel Filisteo».

 

Saul disse ancora a Davide: 

«Tu non puoi andare a batterti con quel Filisteo; poiché tu non sei che un ragazzo, ed egli è un guerriero fin dalla sua giovinezza».

 

Ancora una volta Saul pensa che l'unico modo per vincere una battaglia sia la forza fisica. Chi avrebbe potuto sconfiggere un gigante, per di più un guerriero fin dalla sua giovinezza? Dall'esercito di Saul non c'era nessuno, ma da quello del Dio vivente c'era Davide. 

 

Dio e i suoi criteri di reclutamento: umiltà, consacrazione, impegno e coraggio

 

Saul non rileva alcuna virtù in Davide, perchè i suoi parametri non coincidono con quelli di Dio. Dio recluta coloro che sono meno adatti per muovere guerra contro il nemico. Allora ognuno di noi può essere usato da Dio! Non bisogna essere forti, muscolosi... l'unico parametro è essere adatti per Dio. 

 

Egli ti sta cercando fratello caro e sorella cara, per reclutarti al Suo servizio. Perchè stai seduto comodo? Sei a disposizione, sei adatto per Dio? Non pensare che qualcun'altro possa svolgere il compito che Lui ti ha affidato. Se Dio ha scelto te, un motivo ci sarà, tu puoi fare la differenza. Molte anime potrebbero non convertirsi se tu non decidi di servirLo. Dio si usa delle persone comuni, ordinarie come Davide. 

 

 

 "Infatti, fratelli, guardate la vostra vocazione; non ci sono tra di voi molti sapienti secondo la carne, né molti potenti, né molti nobili; ma Dio ha scelto le cose pazze del mondo per svergognare i sapienti; Dio ha scelto le cose deboli del mondo per svergognare le forti; Dio ha scelto le cose ignobili del mondo e le cose disprezzate, anzi le cose che non sono, per ridurre al niente le cose che sono, perché nessuno si vanti di fronte a Dio". (I Corinzi 1:26-29)

 

Se guardiamo i 12 discepoli, essi non erano persone di grande rilevanza sociale, essi erano popolani senza istruzione. Tuttavia, costoro furono dei servi ubbidienti alla Sua Parola. Il Signore potrà chiamarti a svolgere anche compiti umili e apparentemente insignificanti. Iesse, il padre di Davide, mandò proprio Davide e non un proprio servo, ad accertarsi della salute degli altri suoi figli nel campo di battaglia (I Samuele 17:22). Ma in questa circostanza apparentemente irrilevante, Il Signore si utilizzò di Davide potentemente.

 

Dio si usa di persone umili, ma anche di quelle consacrate. Sei consacrato, ti stai consacrando? Stai dedicando il tuo tempo a Dio? Sei pronto a testimoniare ai tuoi colleghi del Signore? Davide voleva servire Dio, era disposto ad andare contro Goliat. Davide era consacrato a Dio, basta leggere uno dei suoi salmi.

 

Dio arruola persone che si impegnano. Davide si è impegnato a combattere Goliat, era determinato ad onorare il Signore. Egli aveva sì pregato ma si era esposto a combattere contro il gigante.

Prendi la tua decisione per Dio una volta per tutte!!!

 

A Dio piacciono, inoltre, persone coraggiose. Una persona coraggiosa è pronta a rischiare tutto per ciò che ama. Davide rischia la sua vita per la gloria di Dio, non bada all'alto rischio. Fu così per Daniele, per Paolo... e per tutti gli uomini di Dio. 

 

Nonostante tu risponda ai parametri di Dio, potrà capitare il Saul di turno a dirti che sei inadatto a servirLo, potrá chiederti: "Non vedi come sei combinato? Non sei nessuno!". Tu non scoraggiarti e rispondigli che è stato Dio a mandarti. La Sua Parola ci esorta, dicendoci che se Lui è con noi chi potrà essere contro di noi. 

 

Conclusione

 

Quali sono i nostri criteri di scelta: quelli di Saul o quelli di Dio?

Se scelgo i criteri di Saul potrò vincere alcune battaglie, ma arriverà prima o poi il Goliat di turno e ci vorrà uno secondo i parametri di Dio per sconfiggerlo. 

Davide non ha usato la migliore armatura per sconfiggere Goliat. Le battaglie della nostra vita non le vinceremo con le nostre armi, né con la nostra intelligenza, laura, carisma.... . Le vinciamo in preghiera. 

Vuoi essere un uomo scelto da Dio? 

Notizie

Update 18.09.2019 :

 

Modificata bacheca avvisi

 

 


Druckversion Druckversion | Sitemap Diese Seite weiterempfehlen Diese Seite weiterempfehlen
© 2014. All Rights Reserved Chiesa di Monaco