Strumenti pronti

Atti 9: 1-22

 

In questo capitolo viene raccontata la conversione di Saulo, il quale, lungo la strada che conduceva a Damasco, viene improvvisamente visitato dal Signore da una luce che lo acceca. Ora, a Damasco si trovava il discepolo Anania che viene avvertito in visione di trovare Saulo e di imporgli le mani, affinché recuperi la vista. Nonostante Anania sapesse che Saulo era un persecutore zelante dei seguaci della Via, ubbidisce il Signore instantaneamente.

 

 

Come Anania, anche noi facciamo parte di una serie di strumenti che Dio vuole utilizzare. Immaginiamo una cassetta piena di utensili, i quali vengono utilizzati al momento giusto dal Perfetto Costruttore per l'opera Sua. Tuttavia, gli strumenti vengono definiti utili quando sono disponibili per un immediato uso nell'ora del bisogno.

 

Come sta scritto in Gioele 2:1-11, il Signore è in cerca di un popolo numeroso e potente (Gioele 2:2), ben organizzato che non ha paura di andare in battaglia.

 

"A vederli, sembrano cavalli, corrono come dei cavalieri. Sembra un fragore di carri, quando saltano sulle vette dei monti" [...]. (Gioele 2:4)

[...] "Corrono come prodi, danno la scalata alle mura come guerrieri; ognuno va dritto davanti a sé e non devia dal proprio sentiero; nessuno spinge il suo vicino, ognuno avanza per la sua strada; si slanciano in mezzo alle frecce, non rompono le file.". (Giole 2:7-8)

 

Il Signore vuole che tu sia pronto perché vuole usarsi di te. Purtroppo, il nemico delle anime nostre vuole che "la cassetta degli attrezzi" sia inutilizzabile attraverso la paura. La paura ha infinite sfaccettature; possiamo avere paura di non piacere a Dio, di non essere degni di servirLo, di essere incapaci di impegnarci per l'opera Sua.... . Infatti in Proverbi 29:25 sta scritto che: "La paura degli uomini è una trappola, ma chi confida nel Signore è al sicuro.".

 

Dio non ci ha lasciati sprovvisti di armi per combattere. Ci ha dato un'armatura, la preghiera, il sangue di Gesù. E soprattutto non ci lascia soli nel combattere, ma Egli è schierato in prima fila. Quel corpo lacerato sulla croce ci protegge da ogni freccia, da ogni affondo del nemico. Facciamo nostra l'esortazione in Deuteronomio 20:1: "Quando andrai in guerra contro i tuoi nemici e vedrai cavalli, carri e gente più numerosa di te, non li temere, perché il Signore, il tuo Dio, che ti fece salire dal paese d'Egitto, è con te.".

 

Ricordiamoci, però, di essere dei semplici strumenti e di non poter fare nulla senza la guida del Signore.

 

Vogliamo farci usare dal Signore per strappare anime al nemico?

Notizie

Update 29.11.2018 :

 

Modificata bacheca avvisi

Modificata sezione Orari

Modificato Banner iniziale

 

 

 

 


Druckversion Druckversion | Sitemap Diese Seite weiterempfehlen Diese Seite weiterempfehlen
© 2014. All Rights Reserved Chiesa di Monaco